Se volete trovare qualcosa, non c’è niente di meglio che cercare

“Se volete trovare qualcosa, non c’è niente di meglio che cercare.”

E’ questo lo spirito con il quale il gruppo consigliare di minoranza “Dimensione Valdidentro” ha mosso i propri passi in queste settimane. Il problema è che a volte, lo spirito non è sufficiente e, per trovare qualcosa, è necessario cercare nella direzione giusta!

Ma andiamo con ordine. Nei giorni scorsi il gruppo di minoranza ha effettuato una richiesta di accesso agli atti relativamente al permesso di costruire rilasciato in data 29.07.2020 per un nuovo fabbricato in località San Carlo, denominato “Livigno Lodge”. Nella serata di lunedì, lo stesso gruppo ha pubblicato un post con le risultanze di tali indagini. Il post merita certamente un commento da parte nostra, vista la particolare attenzione che il tema ha suscitato tra la popolazione.

Ricordiamo innanzitutto che ogni permesso di costruire viene rilasciato dal Responsabile di Servizio che, oltre a sentire il parere della Commissione del Paesaggio, verifica la conformità urbanistica del progetto. Aggiungiamo che il permesso non viene rilasciato discrezionalmente da parte del Responsabile del Servizio: esso deve infatti attenersi a quanto previsto dal PGT, che è l’unico documento che detta le regole in materia urbanistica: il PGT attualmente in vigore è quello approvato nel 2014.

Entrando nel caso specifico, si potrebbe discutere a lungo sull’opportunità di rendere edificabile un terreno in tale posizione: resta però il fatto che il Piano Regolatore approvato nel 2006 prevedesse una parziale edificabilità, e il PGT del 2014 ha esteso l’edificabilità a tutto il mappale!

Allo stesso modo si potrebbe discutere sulle volumetrie (elevate) allocate su tale terreno ed ancora alla possibilità di importarne ulteriori dall’esterno. Tutte cose su cui potremmo discutere, anche se, a prendere quelle decisioni, è evidentemente stato qualcun altro, e le conseguenze di queste scelte sono sotto gli occhi di tutti.

Quanto all’indipendenza della Commissione del Paesaggio, sappiamo bene che rappresenta un tema molto delicato, su cui bisogna fare attenzione. Ne è prova il fatto che tutti i pareri espressi dalla Commissione del Paesaggio del Comune di Valdidentro nel periodo 2012-2017 sono stati acquisiti dall’autorità giudiziaria e delle indagini sono in corso. Ma questa, è un’altra storia, che ancora una volta non ci riguarda.

Veniamo infine accusati di aver criticato pesantemente le scelte dell’Amministrazione precedente durante la scorsa campagna elettorale e questo è un falso storico. Tutti sanno infatti che durante la campagna elettorale del 2017 non abbiamo, volutamente, mai parlato di chi ci ha preceduto. Lo abbiamo fatto, forse ingenuamente, per provare ad innalzare il livello del confronto, ma purtroppo i risultati sono quelli che vediamo e che portano a strumentalizzare argomenti popolari e populisti con l’unico intento di mettere in cattiva luce il nostro operato.

Una cosa però è certa: elementi per formulare delle critiche ne avevamo nel 2017 e ancor di più ne abbiamo oggi che possiamo “apprezzare” i risultati di alcune scelte che sono state fatte e che abbiamo visto con i nostri occhi in questi tre anni. Da parte nostra preferiamo continuare a guardare avanti, ma se il gruppo “Dimensione Valdidentro” è alla ricerca di un confronto su questi temi, siamo certi, non resterà deluso.

 

Massimiliano, Claudia, Matteo, Ivano, Betty, Reman, Enrico, Giacomo, Moreno

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami