Coronavirus: alcuni chiarimenti per la “Fase 2”

Inizia domani, lunedì 4 maggio, la cosiddetta “Fase 2“, che consentirà alcune attività vietate fino ad oggi, anche se va specificato da subito che non si tratta assolutamente di un ritorno alla normalità come prima dell’emergenza. Di seguito riportiamo alcuni chiarimenti in merito a ciò che sarà possibile:

🔸 Attività motoria all’aperto (tra cui le passeggiate): sarà consentita purchè svolta in solitaria o in compagnia dei propri conviventi. Sarà obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno due metri se si tratta di attività sportiva, e di un metro se si tratta di semplice attività motoria. In ogni caso sono vietati gli assembramenti;

🔸 Visite ai parenti: sono consentite, anche se è comunque fortemente raccomandato limitare al massimo gli incontri con persone non conviventi, poiché questo aumenta il rischio di contagio. In occasione di questi incontri devono essere rispettati: il divieto di assembramento, il distanziamento interpersonale di almeno un metro e l’obbligo di usare le mascherine per la protezione delle vie respiratorie. Particolare attenzioni vanno adottate per le visite ad anziani e nonni, per i quali suggeriamo fortemente la lettura di questo decalogo di comportamento:

🔸 Accesso alle baite di montagna: domani in giornata verrà revocata l’Ordinanza Comunale che vieta il transito lungo le strade VASP. Ciò non significa che vi si potrà transitare liberamente, ma solo nel caso sussista la necessità urgente di effettuare la manutenzione straordinaria della propria baita o del terreno circostante. In ogni caso sarà obbligatorio il rientro in giornata presso la propria abitazione principale e avere con sé l’autocertificazione (qui è possibile scaricare il modello aggiornato) per gli spostamenti in caso di controllo da parte delle Forze dell’Ordine;

🔸 Rifornimento di carburante: per il momento valgono le disposizioni in vigore fino ad oggi, che non prevedono la possibilità di approvvigionamento nel Comune di Livigno; abbiamo comunque inoltrato un quesito ufficiale alla Prefettura di Sondrio e provvederemo quindi a diffondere tempestivamente la risposta che ci verrà data (speriamo già domani);

🔸 Acquisto di beni alimentari: sono confermate le disposizioni attualmente in vigore. La spesa va fatta presso il punto più vicino, anche in un Comune confinante se viene rispettato questo criterio. Non sono quindi consentiti i trasferimenti presso ipermercati in Comuni non confinanti. Ci sentiamo inoltre di raccomandare l’acquisto dei beni di prima necessità nei piccoli negozi dei nostri paesi, anche come segno di riconoscenza per il grande servizio che hanno saputo garantire lungo tutte queste settimane di emergenza;

🔸 Accesso ai parchi giochi: non è possibile. Su questo il Decreto è molto chiaro e prevede il divieto di accesso alle aree attrezzate per il gioco dei bambini; 

🔸 Attività all’aria aperta con i bambini: sono consentite, purchè svolte in solitaria da parte dei soli familiari conviventi. Ciò significa che non sono assolutamente ammessi assembramenti tra bambini, anche se parenti non conviventi. Ricordiamo che questo aspetto è uno dei più importanti, essendo i bambini uno dei principali veicoli di contagio ed essendo l’ambito familiare quello più fertile per la trasmissione del virus;

🔸 Servizi alla persona e cura del corpo (estetiste, parrucchieri, ecc.): tutte queste attività restano sospese e non vi sono deroghe. Raccomandiamo quindi tutti i cittadini di non insistere nel richiedere servizi a domicilio per tali attività, essendo vietate e fortemente a rischio, sia per i professionisti che per i clienti;

🔸 Cantieri: da domani riaprono i cantieri, ma purtroppo non sarà ritenuta una motivazione valida l’allontanamento dalla propria abitazione, da parte degli anziani, per supervisionare a tali attività.

Ricordiamo che purtroppo non siamo assolutamente usciti dall’emergenza e che, le libertà e le maggiori concessioni che potrebbero arrivare nelle prossime settimane, dipendono fortemente da come ci comporteremo da domani. Se saremo rispettosi e attenti a noi e al prossimo potremo vedere presto dei miglioramenti, in caso contrario non ci dovremo stupire di eventuali nuovi periodi di chiusura totale.

Contiamo su di voi, perché solo insieme ce la faremo.

Siate responsabili.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami